socialmedia per aziende

Tre consigli per migliorare il web marketing per le aziende B2B

Da consulente web marketing per aziende di Brescia e social media manager , mi ritrovo spesso davanti ad obiezioni del tipo :

  • Ma i social media vanno bene anche per le aziende B2B  ( business- to – business, che non lavorano direttamente con il consumatore finale !)
  • Ma le il web marketing serve anche al B2B ?

 

In questo articolo e puntata del podcast ti parlo di tre parametri sui quali lavorare da subito per migliorare la tua comunicazione digitale.

  1. Chi Siamo
  2. CRM
  3. I dipendenti e l’organizzazione dei social media

 

Ascolta con ITUNES

 

CHI SIAMO, si parto da qui da un post fatto su Facebook dove in tono ironico sottolineavo come la maggior parte dei siti italiani abbia scelto di inserire nella pagina chi siamo una comunicazione impersonale con frasi  e descrizioni del tutto simili una all’altra  e con immagini tutte uguali le classiche foto dei personaggi inventati da google immagini  per intenderci .

Nulla di più sbagliato! Scommetto che se guardate i dati di accesso a quella pagina è molto visitata .

Le persone che si celano dietro i click del mouse o davanti uno schermo di uno smartphone vogliono sapere con chi avranno a che fare davvero !

Le persone amano da sempre le storie e chi le sa raccontare .

Le persone sono le stesse che magari sperate di avere come clienti e sulle quali state investendo in qualche attività commerciale .

Saper costruire una pagina CHI SIAMO che vi rappresenti passa da due punti fondamentali :

  • Aver un’idea chiara di CHI SIETE ! Qualche consiglio può essere quello di raccontare cosa vi spinge a svolgere questa attività , come è nata e che obbiettivi si è data .
  • Aver intenzione di comunicare davvero in prima persona chi siete anche mostrandovi in modo da essere riconoscibili.

 

Ascolta “#18-Web marketing e social media per le aziende B2B” su Spreaker.
IL CRM o un qualsiasi programma che utilizzate per la gestione aziendale.

Ormai in quasi tutte le PMI italiane c’è un software che, anche se non utilizzato in tutte le sue funzionalità ha la mansione di archiviare lo storico aziendale e i dati di fornitori e clienti.

Poi, potrebbe anche contenere dati più specifici a livello commerciale o di altre aree dell’azienda ma dipende da tantissime variabili.

Ma quello di cui voglio parlarvi e che questi dati vanno letti anche da un altro punta di vista che è quello digitale.

Oggi le possibilità di incrociare i dati in possesso di ogni azienda e verificare se sulle due piattaforme dove si può svolgere attività di socialmedia marketing, tra le più importanti ( FACEBOOK E LINKEDIN ) ci sia la possibilità di analizzare la presenza della vostra audience, cioè se ci sono i vostri clienti e fornitori.

Un’azione che un buon consulente di web marketing deve assolutamente dirvi e possibilmente insistere nel farvela fare.

Certo, i vostri clienti potrebbero essere li non per motivi prettamente professionali ma escludere a priori di poter comunicare con loro o di ricordargli del vostro prodotto o semplicemente della vostra azienda prima che ne scelga altri potrebbe non essere un fattore da tralasciare.

Al contrario è una delle prime analisi che un buon consulente di web marketing dovrebbe esortarvi a compiere prima di intraprendere qualsiasi campagna che rischia di essere solo un dispendio di energie e risorse.

Oggi Facebook anche per le aziende B2B offre possibilità importanti in termini di:

  • analisi di un’audience
  • di ascolto di un mercato
  • e se impostato strategicamente anche di aiuto nel aumentare i contatti interessati al vostro servizio. ( LEAD GENERATION)

socialmedia per aziende

SIETE un’azienda che ascolta e parla con i suoi dipendenti ?

Essere presenti sui canali  SOCIALMEDIA , parte importantissima della comunicazione digitale, dovete DIVENTARE un’azienda SOCIAL .

Dovete pensare di organizzare l’azienda in modo che il socialmedia diventi un’attività naturale come lo è già probabilmente nella vita quotidiana di ogni lavoratore.

Organizzare un’azienda in ambito social vuol dire aver chiaro quale sia la mission aziendale, in che modo le attività digitali possono essere utili e cosa comunicare ai potenziali clienti e fornitori. ( aver lavorato quindi sui due punti precedenti)

Fatto questo si crea e si condivide con tutta l’azienda:

  • come utilizzare gli strumenti digitali nelle ore lavorative
  • che l’azienda ha dei profili attivi sui social e si condividono gli obbiettivi in modo da educare ad un utilizzo consapevole
  • di cosa fare se trovano contenuti o altri interessanti per la loro attività
  • di chi sono i responsabili digitali

Si organizza un regolamento [ socialmedia policy] con l’obiettivo di coinvolgerli nell’attività digitale in modo che si possano avere degli immediati benefici quando qualcuno avrà la motivazione di condividere un traguardo lavorativo con le proprie amicizie.

Ma che vi frega voi dovete fatturare ?

Verissimo, ma un’azienda che comunica soddisfazione attraverso i suoi dipendenti è un’azienda che avrà sicuramente un passo avanti rispetto alla sua concorrenza che innescherà il passaparola non solo digitalmente ma anche e soprattuto nella vita quotidiana.

Per le persone infatti non c’è differenza tra online e offline, collegarsi alla rete è un’azione così facile grazie allo smartphone che sono diventate parte della vita di ognuno anche di quelle PERSONE CHE SONO o VORRESTI CHE SIANO CLIENTI.

 

Arrivato fin qui puoi :

Fammi sapere cosa pensi lasciandomi un commento.

Ascoltare altre puntate del podcast digitalis se hai un iPhone direttamente con iTunes  o  su Spreaker

Iscriverti alla mia newsletter per restare in contatto

Consigliare a qualche tuo amico o collega questo articolo.

 

Usi Google Plus? Condividilo anche li con la tua rete, grazie.

Christian Forgione

Ho aperto il mio primo PC, un Commodore 64, a 8 anni per connetterlo con quello del mio amico... fortuna poi è arrivato Internet !

lifetime value per ecommerce
formazione_social_brescia

Lascia un Commento

*