Come fare un app

Tre concetti fondamentali per un’ app di successo

Se ti è stato utile condividilo con la tua rete, grazie.

In questo articolo spiego tre concetti fondamentali sui quali basare la progettazione della tua APP .

Mi è capitato di leggere alcuni spunti e articoli di diverse parti di come secondo loro le APP sono un grosso fallimento e che queste sono sempre meno utilizzate dagli utenti.

Concetto che, se rapportato al numero di applicazioni che troviamo sugli store, probabilmente ha un suo perché!

Infatti, non è difficile incontrare APP che non ci soddisfano dopo averle scaricate o, peggio, non capiamo il loro utilizzo e conseguentemente le abbandoniamo cancellandole dal nostro smartphone.

Come fare un app
Ma quindi, davvero fare un APP è inutile ?

Bè se come APP avete scelto di riportare le stesse funzioni del vostro sito web probabilmente si.

Un utente che decide di scaricare la vostra APP è un utente che nella maggior parte dei casi vi conosce già o ha già incontrato il vostro brand. Ripetergli la vostro filosofia, cosa fate, quanto siete bravi e quanto sia formidabile il vostro prodotto, forse non è ciò di cui ha bisogno.

L’attività sugli smartphone è molto più frenetica, pretendiamo di ottenere una comodità abbinata ad una velocità di esecuzione che non possiamo avere con altri strumenti.

Detto questo, vediamo quali sono i tre pilastri per strutturare un’applicazione mobile che sia utilizzata ed apprezzata.

1. Semplifica

Tra le App che trovo maggiormente utili e semplici c’è Easy park! Per pagare il parcheggio non bisogna più temere di non avere la monetina.

2. Coinvolgi

Sono tantissime le APP che mi coinvolgono, né elenco solo alcune : LInkedin, Forza, Sellf,Fcinternes, Vivino

3. Fidelizza

Qb duepuntozero, FantaGazzetta, Amazon, solo alcune che mi permettono di essere in empatia con un brand.

Parto sempre da un concetto già ripetuto in altri articoli: l’utente che scarica l’app è un cliente che ci sceglie per una seconda volta!

[Tweet “Il cliente che scarica l’ APP è un cliente che ti sceglie una seconda volta”]

Quindi nella tua APP, trova il modo di semplificargli un’azione, di renderla il più semplice ed immediata possibile.

Pensa ad una strategia su come il tuo cliente target debba essere coinvolto. Le notifiche push sono un mezzo potentissimo per conoscere i propri clienti, ma il coinvolgimento si ottiene anche offrendo un’esperienza d’uso gradevole e allineata alle aspettative.

Pensa a come potrai fidelizzare al meglio il tuo cliente. Oggi con utenti sempre più informati vale sempre di più il pensiero che vi sceglieranno non perché avete il servizio/prodotto migliore ma perché sono loro ad avere deciso che la vostra offerta è la migliore delle altre .

Tornando all’affermazione iniziale, mi permetto quindi di fare una riflessione:

in un paese con un numero di smartphone superiore alle persone, la APP Economy è davvero morta?

Forse è come la storia secondo cui le pagine Facebook non servivano a nulla, fino a quando ci siamo resi conto che ciò che faceva la differenza era la conoscenza delle opportunità che offriva questo strumento e la strategia migliore per il suo utilizzo.


admin

Ho aperto il mio primo PC, un Commodore 64, a 8 anni per connetterlo con quello del mio amico... fortuna poi è arrivato Internet !

Renzi in chat facebook
business online_ecommerce

Lascia un Commento

*

corso-social_media-brescia

Ciao vuoi trovare clienti e vendere  con il web marketing ?